News

Bollettini luce votiva 2020

Informiamo che nel prossimo mese di febbraio verranno spediti gli avvisi di pagamento PagoPA per il pagamento della luce votiva per l'anno 2020. L'avviso potrà essere pagato mediante il proprio home banking bancario o postale, presso tutti...

Accordo Quadro fornitura di materiale edile

Nella sezione Bandi Gara/Forniture beni e servizi è stato pubblicato l'avviso di indagine di mercato finalizzata all’espletamento di una procedura di affidamento diretto ex art. 1 comma 2 lettera a) del D.l. 76/2020 per Accordo Quadro...

Rassegna Stampa

Video "Ricordi di Vita"

In occasione delle festività Ognissanti è stato realizzato, grazie alla partecipazione di Don Gianni, il video "Ricordi di Vita": per guardare il cimitero come luogo in cui si riflette l'immagine e la memoria storica della...

Procedure - Cosa fare in caso di lutto

Se il decesso avviene in casa

  • occorre chiamare il medico curante o la guardia medica che constati il decesso e compili un certificato su apposito modulo ISTAT.

La famiglia o l’agenzia di onoranze funebri prescelta deve:

  • avvisare il medico necroscopo chiamando il 118, il quale procederà all’accertamento di morte e compilerà specifico certificato;
  • denunciare all’ufficio di Stato Civile del Comune (Via Garibaldi n. 118/d) il decesso, con i dati anagrafici del defunto, entro le 24 ore, portando i certificati rilasciati sia dal medico curante o guardia medica , sia dal medico necroscopo.
 

Se il decesso avviene in ospedale o in casa di cura,

  • per la denuncia e le relative certificazioni provvede l’Amministrazione Ospedaliera o la Direzione della Casa di Cura.
  • In caso di morte violenta, di morte improvvisa per la strada o in luoghi pubblici, ovvero in caso di morte di persone che vivono sole, è necessario avvertire l’Autorità Giudiziaria (chiamando il 113) la quale dopo gli accertamenti di legge, darà disposizione per la rimozione della salma.
 

Consigli utili Nella scelta dell’Impresa Funebre:

  • valutare, sulla scorta di esperienze dirette o indirette, il grado di competenza e di adeguatezza dei prezzi.
  • dubitare di chi contatta i cittadini all’interno di ospedali, case di cura o telefonicamente, offrendo servizi funebri.
  • scegliere la ditta recandosi possibilmente nella sede delle Onoranze funebri al fine di verificare la qualità dei servizi e dei prezzi.
  • richiedere il preventivo scritto di ogni prestazione o fornitura attinente il funerale e confrontarla con i listini esposti.
  • se possibile delegare ad un familiare emotivamente meno coinvolto le procedure per lo svolgimento del funerale o farsi accompagnare da persona amica.
  • predisporre mentalmente o per scritto un elenco delle principali scelte in ordine a: luogo di seppellimento,tipo di sepoltura, tipo di cofano,ricorso o meno alla cremazione, necrologi,manifesti,fiori, disponibilità di una fotografia.
  • per i trasporti funebri su lunghe distanze, anche da e per l’estero, valutare soluzioni alternative all’auto funebre, come l’uso di aereo o la cremazione preventiva.
  • trasporti di resti mortali o urne cinerarie possono essere effettuati anche con auto propria.
 

Detrazione delle spese funerarie

  • ai fini della dichiarazione dei redditi, può essere dedotto il 19% dell’importo complessivo delle spese per un tetto non superiore a euro 1550,00
  • sono ammesse in detrazione le spese funebri sostenute in dipendenza della morte del coniuge, ascendenti e di discendenti di primo grado.
  • le voci deducibili sono quelle del funerale vero e proprio: trasporto, cofano, accessori al servizio funebre, operazioni accessorie, operazioni cimiteriali.
  • per le detrazioni vale la data del pagamento.
  • per l’intestazione della fattura occorrono il codice fiscale e un documento di identità.
 

Passaporto mortuario

  • documenti necessari per il trasferimento di salme, resti o ceneri da o verso l’estero sono diversi a seconda della nazione di destinazione o di provenienza
301 Moved Permanently

301 Moved Permanently


nginx